Grand Tour d’Italie – seconda edizione

  • 2018

La Direzione Generale Arte e Architettura Contemporanee e Periferie Urbane (DGAAP) del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e qwatz – contemporary art platform organizzano la seconda edizione del Grand Tour d’Italie, progetto che mira a far conoscere artisti italiani a residenze e centri d’arte contemporanea internazionali.

“Grand Tour d’Italie è un’importante occasione di networking tra artisti italiani mid-career e curatori e direttori stranieri, appartenenti ad un circuito internazionale di spazi di produzione, esposizione e ricerca artistica” ha dichiarato Federica Galloni (Direttore Generale – DGAAP).

Dopo i risultati positivi della prima edizione 2016 a Milano e a Roma la DGAAP ripropone il progetto per il 2018 a Roma e a Napoli: dal 29 Novembre al 2 Dicembre 18 artisti italiani partecipano a studio visit a porte chiuse presentando il proprio portfolio ad un tavolo di 9 interlocutori internazionali.

La selezione, curata da Carolina Italiano (DGAAP) e da qwatz – contemporary art platform, si è concentrata sugli aspetti antropologici, sociali, identitari e relazionali delle ricerche degli artisti italiani maggiormente attivi sul territorio nazionale e internazionale.

ARTISTI SELEZIONATI
Elena Bellantoni, Alex Cecchetti, Cristian Chironi, Gabriella Ciancimino, Rä Di Martino, Francesco Fonassi, Anna Franceschini, Silvia Giambrone, Francesca Grilli, Diego Marcon, Elena Mazzi, Stefania Migliorati, Margherita Moscardini, Matteo Nasini, Marco Raparelli, Eugenio Tibaldi, Serena Vestrucci, Luca Trevisani.

ISTITUZIONI STRANIERE
ART plus (Marsiglia), BAR – Beirut Art Residency (Beirut), Dena Foundation (Parigi), EVA International (Limerick), Inter Arts Center (Malmö), Spike Island (Bristol), Triangle Art Association (New York), Whitechapel (Londra), WIELS (Brussels).

SEDI
Roma, qwatz – contemporary art platform c/o Villa Linneo, Via Linneo 1.
Napoli, Museo MADRE, Via Settembrini 79.

Ossigeno Metropolitano

  • 2018

qwatz contemporary art platform rinnova la collaborazione con FOLIAS Cooperativa Sociale realizzando il progetto Ossigeno Metropolitano.

Prodotto da FOLIAS, il progetto rientra nell’offerta di brand identity proposta da qwatz  alle realtá cooperative e aziendali che scelgono di adottare l’arte contemporanea come linguaggio di comunicazione distintivo per promuovere la propria attivitá. Ossigeno Metropolitano utilizza, infatti, l’arte come strumento di riqualificazione del tessuto urbano e di coesione sociale.


IL PROGETTO COMPRENDE

  • Il murale ‘Infestazioni’ realizzato sull’intera facciata di un edificio di edilizia popolare a Monterotondo Scalo da Tellas, street artist italiano di fama internazionale .
  • Il worshop di 6 giornate Erbario Urbano, a cura di qwatz – contemporary art platform e di Anna Chiara Anselmi per FOLIAS, tenuto da Tellas presso il centro di aggregazione giovanile Il Cantiere di Monterotondo Scalo, rivolto ai giovani street artists coinvolti e agli studenti dell’Istituto Angelo Frammartino di Monterotondo. Tema del workshop: l’erbario, utilizzato come  metafora dei grandi cambiamenti che i fenomeni migratori stanno producendo nel tessuto sociale delle periferie e delle province italiane.
  • Un murale collettivo a tema realizzato da una selezione di 5 giovani street artists italiani.
  • Un video che documenta le fasi di sviluppo dell’intero progetto. A cura di Eugenio Battaglini.

Sviluppato all’interno di RIGenerAzioni: musica&street art al MONTEROCKTONDO 2018, Ossigeno Metropolitano è realizzato con il sostegno del MiBACT e di SIAE attraverso l’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani per la cultura”.

Hit ENTER to search or ESC to close