Magic Carpets

  • 2017 - in progress

Magic Carpets è un progetto di residenze per artisti della durata di quattro anni (2017-2021) che coinvolge tredici partner europei. Co-finanziato dal Creative Europe Programme of European Union, di cui capofila è la Biennale di Kaunas, il concept del progetto è stato ideato da Latitudo – Art Projects che ha coivolto qwatz – contemporary art platform come consulente per lo sviluppo delle residenze di artisti stranieri in Italia.

Il nome del progetto fa riferimento alle fiabe de Le Mille e una Notte e all’idea del tappeto volante, dispositivo ‘fantastico’ per viaggiare in tutto il mondo in un batter d’occhio. La creatività e l’immaginazione di Scheherazade, usate nel raccontare storie per intrigare e coinvolgere il marito, diventano qui una convincente metafora del potere dell’arte di trasformare la differenza e la distanza in dialogo interculturale, finalizzato all’arricchimento e alla comprensione reciproca, al rispetto e persino all’amore.

Uno degli obiettivi di Magic Carpets è far viaggiare artisti emergenti per tutta Europa, invitandoli a confrontarsi con realtà sociali tra loro differenti. E’ un progetto di sensibilizzazione che mira a coltivare un senso di appartenenza di lá dal proprio paese d’origine, per creare una rete di comunicazione partendo dai processi di classificazione propri della logica dei grandi classici della nostra infanzia.

Esercizi di Bellezza

  • 2017

qwatz collabora con FOLIAS Cooperativa Sociale al progetto ‘Esercizi di Bellezza‘.

Prodotto da Folias, il progetto rientra nell’offerta di brand identity proposta da qwatz  business alle realtá cooperative e aziendali che scelgono di adottare l’arte contemporanea come linguaggio di comunicazione distintivo per promuovere la propria attivitá. ‘Esercizi di Bellezza’ utilizza, infatti, l’arte come strumento di riqualificazione del tessuto urbano e di coesione sociale. Il progetto, ricco al suo interno di attivitá organizzate dalla FOLIAS e rivolte alla comunitá del luogo, assume la ‘bellezza’, intesa come indice di cura e di valorizzazione di luoghi e di persone, a tema portante.

 

IL PROGETTO COMPRENDE

  • La realizzazione di un murale lungo tutto il perimetro del centro di aggregazione giovanile Il Cantiere  di Monterotondo Scalo (Roma), sede storica dell’attivitá di FOLIAS, eseguito da Millo, street artist italiano di fama internazionale. A cura di qwatz.
  • Il video documentario Il Cantiere – aspettando Millo sui vent’anni di attivitá de Il Cantiere in occasione del suo restyling d’autore. A cura di qwatz.

Immagine : Millo, murale, 2017.

Talk Camusac

  • 2017

8 giugno 2017, presso il Museo di Arte Contemporanea di Cassino (CAMUSAC)

TEMA DEL TALK
Evoluzione del rapporto tra arte e impresa
.

Consumatori sempre piú esperti e selettivi che richiedono di investire piú sulla qualitá e sul valore aggiunto dei prodotti. È questo il fattore principale che ha determinato il grande cambiamento in atto nel rapporto tra arte e impresa, generando forme di collaborazione inedite che vanno ben oltre i legami tradizionali incentrati sul mecenatismo da una parte e sul lavoro di design/marketing dall’altra.

Studi recenti di settore hanno appurato che la presenza di artisti ospitati dalle imprese si rivela spesso fondamentale anche per la soluzione di problemi specifici di organizzazione aziendale: per migliorare l’ambiente di lavoro e spezzare la routine delle occupazioni quotidiane; per offrire nuove opportunità di stimolo alla creatività e alla capacità di affrontare eventi inattesi; per rafforzare l’identità di gruppo e la comunicazione tra i dipendenti.

In occasione del talk, il Dipartimento di Economia e Giurisprudenza dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale presenta i casi più significativi a livello nazionale e internazionale di questo fenomeno, perché possano essere di stimolo e di ispirazione alle imprese del territorio.

RELATORI
Marina Bianchi / Docente di Economia Creativa presso l’Università di Cassino e del Lazio Meridionale.
Bruno Corà / Curatore e Storico dell’arte.
Sergio Longo / Imprenditore e Collezionista.
qwatz – contemporary art platform.

Thank you for coming!

  • 2017

qwatz – contemporary art platform presenta la sua residente Alexandra Carter presso Casa Musumeci Greco, abitazione privata della collezionista Ines Musumeci: un luogo speciale per l’arte contemporanea, forte di una ricchissima collezione, punto di riferimento e di confronto, da anni, tra artisti, registi e intellettuali della scena romana e internazionale.

Alessandra Carter, giovane artista del Massachusetts, espone le sue opere e racconta il suo percorso di ricerca che riflette sull’identità femminile in occidente oggi, dopo il femminismo, dopo le lotte, dopo l’emancipazione. Attraverso il suo lavoro, la Carter guarda all’intimità della donna, di cui interroga il rapporto profondo tra identità personale e identità sociale. L’artista utilizza principalmente la pittura, il disegno, la scultura e il collage.


Immagine: Alexandra Carter, Pakeezahex, 2017.
Inchiostro, foglia d’oro e mezzo di trasferimento acrilico su pellicola da disegno.
100×100 cm.

Hit ENTER to search or ESC to close